Riserva Naturale Valle Cavanata


Vai ai contenuti

Cicloturismo

Le biciclette della Riserva, capitanate dalla mitica PoderOca II

L'itinerario ciclabile del lungomare FVG 2


Il percorso, della lunghezza di circa 7 chilometri (solo andata) e della durata complessiva di poco più di un’ora (andata e ritorno), completamente pianeggiante, consente di ammirare alcuni degli ambienti più suggestivi del Friuli Venezia Giulia. Il punto di partenza è l’Oasi di Valle Cavanata. Raggiunta l’Oasi dalla strada provinciale Monfalcone-Grado, si possono parcheggiare le automobili e noleggiare gratuitamente presso il Centro Visite una bicletta con la quale percorrere la strada asfaltata che costeggia il canale Averto (via Averto) e che conduce all’argine oltre il quale c’è il mare. Da questo punto si gira a sinistra e si segue la strada bianca che costeggia il rilevato (via Canéo), ma è consigliabile approfittare delle scalinate in cemento (ve ne sono sette in tutto) per salire sull’argine e dare uno sguardo al panorama sul golfo di Trieste: nelle giornate limpide si vede bene la costa istriana. A un certo punto del percorso si incontra una zona con pioppi abbastanza alti che è il Lido delle Conchiglie, area sabbiosa in cui, volendo, è possibile sostare piacevolmente. Proseguendo sempre per la strada lungo l’argine si giunge alla località chiamata Canéo, proprio per la presenza di un fitto canneto, e quindi a un villaggio di pescatori situato in località Punta Sdobba, alla foce del fiume Isonzo. Da qui si procede al ritorno sempre per la stessa strada ciclabile, che prosegue fino a Grado.

L'inizio della pista ciclabile

Costeggiando il Canale Averto

Panorama dall'argine a mare

Tramonto presso Caneo. Foto Enrico Facchinetti.


Torna ai contenuti | Torna al menu